Home / Cronaca / PD senza vergogna difende la mafia nigeriana: “Basta razzismo, la nazionalità non conta nulla”

PD senza vergogna difende la mafia nigeriana: “Basta razzismo, la nazionalità non conta nulla”

Roma, 2 mar – “Subdoli o disinformati” è il nuovo (non tanto nuovo) dubbio amletico che colpisce la sinistra italiana e la galassia schizofrenica che vi si associa. È una domanda alla quale difficilmente può essere fornita una risposta che sia unanime ed incontrovertibile. Forse “in medio stat virtus”: quindi sono subdoli nello strumentalizzare inesistenti insurrezioni razziste e disinformati, poiché manipolatori di una verità setacciata a proprio piacimento.

Esempio lampante é quello del deputato PD Gennaro Migliore. In questi giorni, alla Camera, si è discusso della presunta persecuzione razzista: l’ossessione dei “setacciatori della verità”. Il video, postato su Twitter, è tranquillamente etichettabile come “video choc”: del resto, minimizzare i delitti e reati compiuti dalla mafia nigeriana appellandosi al consueto razzismo, merita tal definizione. Ecco cosa è apparso sul profilo Twitter “Deputati PD” a margine dell’intervento di  Migliore: “Alla Camera il tema della mafia nigeriana. La criminalità organizzata non ha nazionalità. Noi la contrasteremo sempre, in ogni sua forma. Sempre combatteremo chi dice che immigrazione è criminalità, come sta facendo il Governo 5 Stelle-Lega”. Il deputato sostiene infatti che si stia accanendo, contro la mafia nigeriana, una forma di razzismo inammissibile.

Parole che certo troveranno il perentorio dissenso da parte, per esempio, di Alessandro Meluzzi che in un’intervista  rilasciata pochi giorni fa al Primato Nazionale, ha lanciato la sua profezia: “Tra dieci anni sarà guerra tra mafia cinese e mafia nigeriana”. Proprio lui, che per primo scoperchiò questo pesantissimo e ingombrante vaso di Pandora, a poche ore dall’uccisione barbara di Pamela Mastropietro. Come se non bastasse, le affermazioni deliranti di Gennaro Migliore sono state sbugiardate dai nostri stessi servizi segreti e dalle oltre 100 pagine di relazione annuale sulla sicurezza in Italia presentata in Parlamento. Nessuna “emergenza razzismo” ma, semmai “minaccia jihadista” oltre a quella rappresentata dalla “mafia nigeriana: la più dinamica e strutturata” con una connessione diretta anche ai flussi migrati. Nonostante il documento, scevro da connotazioni politiche parli molto chiaro (a prova di Migliore), la certezza che i deputati PD e soci continuino ad essere “subdoli e disinformati” è pressoché assoluta. Resta l’ennesimo autogol marchiano, oltre all’immancabile oltraggio alle vittime innocenti di assassini. Privi del benché minimo fattore umano, ma di certo non sprovvisti di una chiara nazionalità.

Fonte clicca qui

Check Also

Choc a Fiumicino, uomo tenta di uccidersi: si voleva lanciare dal terminal

Choc a Fiumicino. Un uomo ha tentato di uccidersi lanciandosi dal terminal dell’aeroporto. È stato solo …

Lascia un commento